Siamo 8 studenti universitari che vogliono aiutare chiunque, come noi, sia un maker e un amante del fai-da-te.

Ispirati dalla nostra esperienza, desideriamo sostenere il processo creativo di ognuno facilitando la ricerca e la raccolta delle materie prime, mettendo a disposizione materiali di riciclo.

Presentazione

“Ritrovandomi per l’ennesima volta a cercare i materiali che mi servivano, mi sono chiesta perché fosse così difficile trovarli e cosa potessi fare per chi è come me.”

Chiara

“Credo che ognuno debba dare libero sfogo alla propria creatività ed inventiva, con Notyet voglio rendere accessibili a tutti i mezzi per farlo.”

Riccardo

“Andando in giro per Milano ho visto spesso piccoli tesori come mobili o elettrodomestici buttati per strada. Notyet è il modo per dare una seconda vita a questi rifiuti.”

Edoardo

“In fondo, la speranza è quella di lasciare il mondo un po’ meglio di come lo troviamo. Favorire il riuso dei materiali è un piccolo contributo per la sfida ecologica. Insieme, possiamo fare la differenza.”

Leonardo

“Fare economia circolare non vuol dire solo promuovere la sostenibilità ambientale, ma anche quella sociale. Voglio contribuire a creare un sistema che sostenga i makers e aiuti l’ambiente.”

Domenico

“La creatività e la sostenibilità sono per me due valori fondamentali. Coltivarli, diffonderli e accelerarli assieme ai miei colleghi è, ancor prima di una missione, un genuino piacere.”

Nicola

“Il mio modo di esprimermi è il fare, il costruire. Ogni residuo ha una storia che deve essere continuata. Vorrei trasmettere questa filosofia ad altre persone.”

Nuño

“Costruisco cose da sempre. Da piccola erano castelli fatti di lego, oggi è questo progetto fatto di persone straordinarie, domani sarà un mondo dove tutto avrà una seconda vita.”

Tosca